Regione Autonoma della Sardegna

Giunta dell'11 novembre 2020

Giunta dell’11 novembre 2020

 
Deliberazione  G.C.  n.105/2020: 
 
Oggetto: “PIANO ASSUNZIONI 2020-2022. ATTO DI INDIRIZZO PER IL RECLUTAMENTO DI UN RESPONSABILE DI SERVIZIO, CON PROCEDURA AI SENSI DELL'ART. 110, COMMA 1 DEL TUEL”.

 
Dal 18.09.2019, l’Area Edilizia Privata Urbanistica e Servizi Tecnologici del Comune di Samassi è retta da un Istruttore direttivo tecnico cat. D, assunto con contratto a tempo determinato ai sensi dell’art. 110, comma 1 D.Lgs. 267/2000, in scadenza al 31.12.2020.
Con precedente deliberazione n. 64/2020  è stato definito il “Programma Triennale del Fabbisogno del Personale 2020-2022” prevedendo per gli anni 2021 e 2022 la conferma dell’assunzione a tempo determinato ex art. 110, comma 1° D.Lgs 165/2001 di n. 1 istruttore direttivo tecnico cat. D) cui affidare la Responsabilità dell’Area Edilizia Privata, Urbanistica e Servizi Tecnologici.
Presso il comune di Samassi vi è un solo Istruttore direttivo tecnico cat. D, già incaricato della Responsabilità dell’Area lavori pubblici ed espropri e non è possibile reperire altro personale in possesso di specifiche professionalità e competenze tecnico-specialistiche cui poter conferire l’incarico di direzione dell’Area Edilizia Privata, Urbanistica e Servizi Tecnologici. Inoltre questa  Amministrazione, stanti i vincoli ed i limiti previsti dalla vigente normativa in tema di assunzioni di personale, non può nell’immediato procedere all’assunzione a tempo indeterminato di un dipendente di cat. D e che pertanto, nelle more dell’attivazione di ordinarie procedure concorsuali si rende necessario ed urgente, nel breve periodo e in funzione del nuovo assetto organizzativo, provvedere al superamento della prospettata situazione deficitaria di personale mediante attivazione di un contratto ex art. 110, comma 1° del TUEL di cui al D.Lgs. n. 267/2000 cui poter conferire la direzione di una delle citate nuove aree.
La Giunta Comunale ha, pertanto disposto:
Di dare indirizzi l Responsabile del Servizio Personale di predisporre a mente dell’art. 74 dello Statuto comunale e del regolamento concorsi apposito avviso di selezione per il reclutamento di un Responsabile di Servizio,  Istruttore direttivo tecnico, Categoria D.1 cui poter conferire da parte del Sindaco la responsabilità di direzione di area mediante contratto ex art. 110, comma 1 del TUEL a tempo determinato per un periodo di mesi 12 (dodici) a decorrere dal 1° gennaio 2021, eventualmente rinnovabile fino a scadenza del mandato del Sindaco, compatibilmente con i vincoli di spesa e finanziari previsti dalla vigente normativa in materia di assunzione di personale.
Ha stabilito i seguenti requisiti di ammissione alla selezione:
  • Titolo di studio: Diploma di laurea (vecchio ordinamento) in Ingegneria o Architettura, oppure Laurea specialistica (DM 509/99) in Ingegneria o Architettura, oppure Laurea Magistrale (DM 270/2004) in Ingegneria o Architettura.
I titoli di studio conseguiti all’estero devono aver ottenuto, entro il termine di scadenza previsto per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, la necessaria equipollenza ai titoli di studio italiani. E’ cura del candidato, pena l’esclusione, dimostrare l’equivalenza mediante la produzione del provvedimento che la riconosce.
  • Esperienza professionale: esperienza di servizio prestato in qualità di lavoratore dipendente a qualunque titolo in enti del Comparto Regioni - Autonomie Locali in possesso di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell'incarico (area tecnica, con particolare riguardo a edilizia privata e urbanistica) per almeno 24 mesi, anche non consecutivi e/o in regime di part-time, in posizione corrispondente, equivalente o analoga (Istruttore Direttivo Tecnico Cat. D) al posto messo a selezione;
  • Abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere o Architetto;
 L’avviso di selezione, per titoli e colloquio, dovrà prevedere che la nomina del responsabile del servizio è di competenza esclusiva del Sindaco, ai sensi dell’art. 41 dello statuto comunale e art. 31 del Regolamento Uffici e servizi, che vi provvede con proprio decreto a seguito dell’individuazione dei candidati ritenuti idonei da parte di una Commissione di valutazione.
La Commissione di valutazione verrà nominata dal Segretario Comunale e sarà composta dal Segretario medesimo, in qualità di Presidente, e da due componenti esperti scelti tra il personale in servizio di ruolo presso Enti del comparto Regioni Autonomie Locali che risultino titolari incaricati di funzioni e responsabilità di cui all’art. 107, commi 2 e 3 del TUEL, oltre che da un segretario verbalizzante.



Deliberazione  G.C.  n.106/2020: 
 
Oggetto:  COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO AI SENSI DELL'ART. 141 BIS DEL R.D. 06.05.1940 N. 635 REGOLAMENTO ESECUTIVO DEL TULPS. DETERMINAZIONE DEI COSTI D’ISTRUTTORIA E GETTONE DI PRESENZA DEI COMPONENTI ESPERTI ESTERNI.

 
La Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, ai sensi dell’art. 141 bis del R.D. 6 maggio 1940 n.635,  è composta:
  1. dal Sindaco o suo delegato che la presiede;
  2. dal Comandante del Corpo di Polizia municipale o suo delegato;
  3. dal Dirigente medico dell’organo sanitario pubblico di base competente per territorio o da un medico dallo stesso delegato;
  4. dal Dirigente dell’ufficio tecnico comunale o suo delegato;
  5. dal Comandante provinciale dei Vigili del fuoco o suo delegato;
  6. da un esperto in elettrotecnica;
Alla Commissione possono essere aggregati, ove occorra uno o più esperti in acustica, o in altra disciplina tecnica, in relazione alle dotazioni tecnologiche del locale o impianto da verificare.
La Commissione  di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo  del comune di Samassi è stata  integrata da ultimo con  decreto sindacale n. 12 del 05.08.2020.
Considerato che occorre provvedere alla determinazione dei costi di istruttoria e di ispezione/sopralluogo della C.C.V.L.P.S. a totale carico di chi ne richiede l’intervento, mentre nessuna spesa e nessun compenso è dovuto ai membri della C.C.V.L.P.S. per la vigilanza da esercitarsi d’ufficio a norma dell’art. 141 c. 1 lett. e) del R.D. n. 635/1940, come introdotto dall’art. 4 del D.P.R. n. 311/2001, fatta eccezione per i componenti esperti esterni eventualmente aggregati, per le loro competenze, alla Commissione stessa.
La Giunta Comunale, quindi, ha determinato in € 100,00 (cento) i costi di istruttoria a carico di chi ne richiede l’intervento e in € 50,00 (cinquanta) il gettone di presenza, a seduta, da attribuire ai componenti esperti esterni aggregati, comprensivo delle spese di rimborso viaggio.

 
torna all'inizio del contenuto